Porto di Civitavecchia e Trasversale Orte-Monte Romano Est. I cantieri non si fermano

L'obiettivo ambizioso è di collegare il porto di Civitavecchia con l'Adriatico, per permettere il trasporto intermediterraneo delle merci in una rotta che dalla Catalogna va in Croazia

Due infrastrutture per un unico progetto: rilanciare il porto di Civitavecchia come punto di attrazione turistica e permettere al territorio della Tuscia di godere di collegamenti moderni e veloci per le merci che vi transitano.

L’ampliamento della struttura portuale è sostenuto dalla RCT, che ha investito nel progetto oltre 20 miloni di euro per superare la tensostruttura ancora esistente e creare un nuovo terminal. Due passerelle collegheranno il pontile al terminal che una volta a regime vedrà transitare al suo interno 2,5 milioni di croceristi ogni anno. 2 i milioni di metri quadri utilizzati mentre si stima che altri 5 milioni di metri quadri saranno sfruttabili in futuro.

Strettamente collegata al rifacimento del porto è la trasversale. L’opera è in costruzione nel tratto Cinelli- Monte Romano Est. Sorvolando il cantiere è già possibile vedere i tre viadotti Zoppo, Crognolo e Biedano. Più in là la rotatoria che confluirà nel tratto stradale già esistente.

L’obiettivo ambizioso è di collegare il porto di Civitavecchia con l’Adriatico, per permettere il trasporto intermediterraneo delle merci in una rotta che dalla Catalogna va in Croazia, facendo tappa via terra nel Lazio e in Abruzzo.

Una spinta allo sviluppo della regione che vuole restituirle il ruolo di motore del Mediterraneo che ha detenuto per secoli

Categories
Servizi

RELATED BY