Musica, al via l’11 novembre l’edizione n° 54 del Festival di Nuova Consonanza

"Combattimenti" e "De Rerum Natura" hanno il compito di avviare il ciclo di appuntamenti: il 2 dicembre "Non è un paese per Veggy" al Palladium

Il Macro di via Nizza, il Teatro Centrale Preneste, l’Argentina, il Palladium, il Vittoria, l’Auditorium di viale Pietro De Coubertin e il Conservatorio di Musica Santa Cecilia: ecco i luoghi pronti ad accogliere gli spettacoli che compongono il programna di eventi stilato in occasione della 54esima edizione del Festival di Nuova Consonanza, kermesse pronta a dilagare nella città di Roma fino al 20 dicembre e accompagnata dal titolo “Trasposizioni illimitate”.

Se “Combattimenti” e “De Rerum Natura” hanno il compito di avviare il ciclo di appuntamenti, Nuova Consonanza garantisce qualità e sorprese per tutto il mese successivo grazie a progetti come “Musica senza cuore”, ospitata all’Argentina in data 26 novembre e forte della presenza di David Riondino, oltre a “Non è un paese per Veggy”, proposto il 2 dicembre al Palladium.

Lo spessore dell’iniziativa è evidente, peccato manchi il giusto supporto economico. A ribadirlo il Maestro Ennio Morricone, da una vita al fianco degli organizzatori.

“Trasposizioni illimitate”. Ricordando le teorie di Olivier Messiaen, Nuova Consonanza prova ancora a stupire confidando nel supporto di chi continua a partecipare con piacere e fiducia.

Categories
Servizi

RELATED BY