Serie B: il Perugia all’esame Cesena, le scelte di Giunti

In un clima surreale per la frattura Santopadre-Curva Nord, il Grifo è chiamato a risollevarsi nel match del Curi

PERUGIA – Con la vittoria del Brescia sul Bari per 2-1 (Caracciolo, Galano e autorete di Capradossi), si è aperta l’11^ giornata del campionato di serie B. Il turno infrasettimanale (ore 20.30 le altre sfide) è particolarmente delicato per il Perugia che affronta il Cesena al Curi nel momento più difficile della storia recente.
Nel week-end si è aperta una profonda frattura tra il presidente Santopadre e la Curva Nord e in questo clima la squadra di Giunti, che si gioca la panchina tra stasera e la trasferta di sabato a Cremona, deve risollevarsi dopo 4 sconfitte consecutive e 13 gol incassati. Per “strambare” il tecnico tifernate cambia portiere, mette fuori un Rosati in bambola nell’ultimo periodo e lancia Nocchi per la prima da titolare dopo i 45’ di Foggia. In difesa probabile maglia a Belmonte, provato sia terzino che centrale. A centrocampo dovrebbe tornare Bandinelli mentre in avanti se la giocano Cerri e Di Carmine con il primo che potrebbe avere un’altra chance dopo il tanto buon lavoro di manovra e i due brutti scarabocchi, sotto forma di gol mangiati, a La Spezia. Il Cesena che si presenta a Perugia è probabilmente l’avversario peggiore del momento: la bestia nera Castori – subentrato all’ex Camplone da tre partite – ha vinto subito con lo Spezia (1-0), perso a Carpi (2-1) e pareggiato in rimonta con il Foggia in casa (3-3). Nonostante l’ultimo posto in classifica (8 punti) e senza il centravanti Cacia, i romagnoli rappresentano un trabocchetto da disinnescare per evitare il tracollo.

Categories
Servizi

RELATED BY