Regionali 2018: Pd e 5 Stelle ok, centrodestra in altomare

Superando Davide Barillari e Valentina Corrado, Roberta Lombardi si aggiudica le "regionarie" e lancia la sfida a Zingaretti

Primi nomi ufficiali in vista della corsa alla presidenza. Con le regionali che si avvicinano, i partiti italiani cominciano ad attrezzarsi per tempo. Se il governatore uscente Nicola Zingaretti ha annunciato da mesi la volontà di ricandidarsi, il Movimento 5 Stelle trova finalmente la quadra in ottica elezioni. Superando Davide Barillari e Valentina Corrado, Roberta Lombardi si aggiudica le “regionarie” e lancia la sfida proprio a Zingaretti.

«Ci aspetta una battaglia importante, che è alla nostra portata, per riprenderci la nostra Regione», questo il commento della prima capogruppo pentastellata alla Camera. Oltre 6.000 partecipanti e un distacco di appena 350 voti rispetto al consigliere regionale Barillari arrivato secondo: ecco l’esito delle votazioni online avvenute sulla piattaforma Rousseau.

Per quanto convinta dei propri mezzi e possibilista circa una vittoria nel 2018, Lombardi non trionfa di certo a mani basse. E pure Beppe Grillo si guarda bene dal paventare entusiasmo, riconoscendo come nel Movimento si sia persa la forza dei primi tempi.

Chi è ancora in altomare per quanto riguarda un candidato ufficiale è il centrodestra. Il sindaco di Amatrice Sergio Pirozzi dice non essere intenzionato a presentarsi, affermando piuttosto di voler continuare a rimanere tra la sua gente. Manca insomma un alfiere e se Fabio Rampelli e Paolo Barelli appaiono in lizza, ad oggi si percepisce molta vaghezza nei piani generali. Difficile in tal senso mettere in piedi una macchina che possa far vacillare gli elettori.

Categories
Servizi

RELATED BY