Musei civici, pubblico in crescita e belle novità per il futuro

Nel primo quadrimestre del 2017 si registra un +20,14%, da ottobre altre esposizioni di prestigio

Dati incoraggianti per programmare con maggior convinzione. Aspettando la partenza di tanti progetti dopo l’estate, la Capitale registra un aumento significativo dei visitatori per quanto riguarda i musei civici.

Il +20,14% è un traguardo da non sottovalutare, considerando che la stima è legata ai primi 4 mesi del 2017. Merito anche di alcune recenti mostre di successo, come quella su Artemisia Gentileschi a Palazzo Braschi (oltre 127mila ingressi) e quella dedicata alla fotografa Vivian Maier, accolta al Museo di Roma in Trastevere e capace di attrarre più di 38mila persone.

Il riallestimento di certi spazi e le domeniche gratuite per chi risiede nella Capitale e nella città metropolitana contribuiscono a coinvolgere appassionati di varie fasce d’età. Ecco perché nell’immediato futuro si amplierà la proposta, continuando a credere nell’efficacia delle mostre.

Il 16 giugno si inaugura a piazza Navona una retrospettiva su Giambattista Piranesi, dal 12 ottobre l’Ara Pacis celebrerà l’artista giapponese Hokusai e la settimana successiva ai Mercati di Traiano si ricorderà l’omonimo imperatore a 1900 anni di distanza dalla morte.

Aspettando l’apertura della nuova area espositiva all’interno della Centrale Montemartini, si può approfittare delle accoglienze speciali nei musei ad ingresso gratuito all’ora di pranzo, dei sabati sera a Villa Torlonia e del contest “Museum Social Club”. La prima scadenza è quella del 21 giugno, quando si terrà la Festa della Musica.

Categories
Servizi

RELATED BY