Eur. Degrado acquario: ennesimo scempio della Capitale

L'acquario della Capitale, pensato come il più grande d'Italia

Il vuoto e la desolazione.

Così si presenta il cantiere dell’acquario di Roma.
Siamo nel quartiere Eur della Capitale lì dove sarebbe dovuta sorgere la più grande struttura acquatica d’Italia.

Il progetto iniziale era quello di un’opera priva di impatto ambientale che si espandeva nel laghetto dell’Eur con una superficie di 16mila metri quadri con una parte dell’impianto dedicata anche alla ricerca marina e all’innovazione tecnologica.

Il tutto, doveva essere pronto per il giugno 2015.
L’apertura è slittata di mese in mese e ad oggi la situazione attuale è ancora quella che vedete ripresa dalle nostre telecamere.

Ora, ad essere indignati sono soprattutto i residenti del quartiere.

L’apertura dell’acquario al momento rimane rimandata a data da destinarsi e il Sea life Roma Acquarium fa sapere in una nota che “nonostante i nostri lavori siano quasi completati, quelli della struttura complessiva, che fanno capo a Mare Nostrum Romae, non sono ancora ultimati, per questo motivo è stato necessario posticipare”

Categories
Servizi

RELATED BY