Kentridge, al via l’intervento per la rimozione delle scritte vandaliche

E' iniziato l’intervento della Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali di rimozione delle scritte vandaliche

“Roma salvi la mia opera se la ama davvero”. Così William Kentridge si era espresso all’indomani dell’imbrattamento del suo capolavoro lungo il Tevere, Triumphs and Laments. E la risposta da parte delle istituzioni non si è fatta attendere. Sono cominciati infatti i lavori per cancellare le scritte vandaliche dagli argini del fiume.

Ad occuparsi della rimozione delle scritte: la Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali. Solidale anche il vicesindaco di Roma, Luca Bergamo, che si è espresso contro i danni effettuati all’opera, definendoli come segni di stupidità.

Sei giorni per ridare splendore al lavoro di Kentridge e mandare un messaggio anti-vandalismo e di preservazione delle bellezze capitoline.

Categories
Servizi

RELATED BY