Perugia, cittadinanza onoraria a Piero Terracina

"Auschwitz farà male per sempre", ha detto parlando con i ragazzi delle scuole

PERUGIA – Dopo il Baiocco d’argento consegnatogli nel 2014, la città di Perugia ha aperto le sue porte ad un nuovo cittadino onorario: Piero Terracina. “Un riconoscimento fortemente voluto sia da Avis Perugia che dal Comune di Perugia – è detto in un comunicato dell’ente -, in virtù della proposta presentata dalla consigliera di Fdi-An Lorena Pittola ed approvata all’unanimità dal Consiglio comunale, che già in passato avevano ospitato per la ricorrenza del Giorno della Memoria, uno degli ultimi italiani sopravvissuti al campo di concentramento di Auschwitz”. La cerimonia si svolta alla sala dei Notari. Nella prima parte della mattinata, nel duomo di Perugia, Piero Terracina ha incontrato i ragazzi delle scuole perugine, raccontando loro la triste esperienza e tutto il suo dolore nel ricordo di sopravvissuto al campo di concentramento. All’incontro con i ragazzi, oltre a Terracina, hanno partecipato anche Ruth Dureghello, Presidente della Comunità ebraica di Roma; Samuel Modiano, altro reduce italiano della Shoah; e il giornalista Roberto Olla. Ad accogliere Piero Terracina il sindaco di Perugia Andrea Romizi, il presidente del Consiglio comunale Leonardo Varasano, i vice presidenti Lorena Pittola e Sarah Bistocchi, il presidente di Avis comunale Perugia Fabrizio Rasimelli e il vescovo ausiliare di Perugia-Città della Pieve Paolo Giulietti.

Categories
Servizi

RELATED BY