Special Olympics ha organizzato un convegno sulla forza che ha lo sport verso le persone con disabilità intellettive

"Disabilità intellettive e inclusione possibile: lo sport può"

‘‘Che io possa vincere, ma se non riuscissi che io possa tentare con tutte le mie forze“. Lo sport può educare, formare, integrare, includere. Vale per tutti, ma per le persone con deficit mentale è ancora più vero. Da una recente ricerca dal titolo: “Disabilità intellettiva e inclusione possibile: lo sport può” sono emerse proprio queste conclusioni. Special Olympics Italia ha sostenuto questo lavoro che darà modo di sviluppare il tema dal punto di vista medico-scientifico e pedagogico. Tantissime le persone che hanno riempito la sala della Lupa della Camera dei Deputati. Diverse storie hanno fatto emozionare. Presenti anche tanti atleti che hanno partecipato alle Special Olympics di Los Angeles nel 2015. Il prossimo appuntamento sarà in austria, per i giochi invernali, previsti dal 14 al 25 marzo. Il programma special Olympics ha gia messo insieme 170 paesi, 4 milioni e mezzo di atleti e più di 1 milione di volontari. La cosa importante non è vincere, partecipare con tutte le forze è gia una grande vittoria per tutte le persone davvero speciali

Categories
Servizi

RELATED BY