Segrega moglie e figli, gip Perugia lo allontana da casa

Elementi raccolti in indagine squadra mobile Perugia

PERUGIA – Allontanato dalla casa familiare, per disposizione del gip di Perugia, un tunisino di 39 anni accusato in un’indagine della polizia di avere tenuto moglie e figli segregati in casa. A sporgere denuncia è stata la donna che ha riferito alla squadra mobile di come, per anni, fosse stata costretta a subire le violenze. Costretta a vivere segregata in casa, non aveva la possibilità di uscire, né per fare la spesa né per altre esigenze personali. In occasione delle due gravidanze, il tunisino avrebbe anche impedito alla moglie di uscire di sottoporsi a cure mediche, anche a fronte di malori.In alcune occasioni – riferisce la Questura – la giovane veniva portata con la forza, con i bambini, in una stanza e lì rinchiusa per giorni, nonostante soffrisse di claustrofobia. In seguito all’avvio delle indagini la donna e i figli erano stati collocati in una struttura protetta. La polizia ha però accertato che il marito aveva dato inizio ad un’azione intimidatoria per convincerla a tornare a casa. Il gip ha anche disposto il divieto di avvicinamento dello straniero a moglie e figli. 

Categories
News

RELATED BY