Nuovo stadio della Roma: prorogata di un mese la conferenza dei servizi

di Filippo Tini

Altri 30 giorni per trovare un accordo. La conferenza dei servizi per il nuovo stadio della Roma ha accettato la proroga di un mese. Inizialmente il Campidoglio aveva chiesto la sospensione dei lavori. In realtà entro poco tempo il comune, insieme all’AS Roma e ai costruttori guidati dal patron di Parsitalia, Luca Parnasi, dovranno trovare la soluzione finale per completare le attività e le valutazioni. “I trenta giorni accordati servono a tutti gli enti per predisporre i loro pareri”. Così l’assessore all’Urbanistica della Regione Lazio Michele Civita. Un nodo cruciale rimane l’aspetto dell’urbanistica. Il comune è fermo sulle proprie idee: arrivare ad un robusto taglio delle cubature previste nel progetto attualmente in discussione. Il tutto senza giungere ad una nuova proposta che preveda un’altra delibera che sostituisca quella approvata dall’amministrazione di Ignazio Marino. Civita ha sottolineato l’importanza di completare, da parte del Comune, le procedure urbanistiche, oltre a quella di lavorare allo schema di convenzione. L’assessore ha concluso dicendo che sarà fondamentale sistemare questi aspetti entro il 3 Marzo, data prevista per la chiusura dei lavori. Ad oggi la posa del primo mattone per la costruzione del nuovo stadio appare qualcosa di ancora lontano

Categories
News

RELATED BY