Terremoto: in chiese Umbria preghiera corale, basta scosse

Il cardinal Bassetti: "Imploriamo la misericordia e la provvidenza di Dio perché venga in soccorso"

In tutte le messe celebrate domenica prossima in Umbria ci sarà una “preghiera corale” per invocare “il cessare dei terremoti e un tempo di serenità per tanti fratelli e sorelle provati dalle forze della natura”. Lo scrive il presidente della Conferenza episcopale umbra e arcivescovo di Perugia-Città della Pieve, cardinale Gualtiero Bassetti, in un messaggio alle 600 parrocchie della regione. I vescovi della regione – si legge in una nota della diocesi del capoluogo umbro – hanno infatti disposto che il 29 gennaio in ogni chiesa ci sia una preghiera per le popolazioni colpite dal sisma, che chieda al Signore anche di donare “unità e concordia alle famiglie e ai paesi, renda solleciti e determinanti quanti sono responsabili della ricostruzione”. “Il protrarsi del sisma che tormenta da mesi la nostra regione – scrive il cardinale Bassetti -, specialmente la Valnerina, sollecita la nostra solidarietà e richiede la nostra preghiera. Sappiamo come da tempo nelle diocesi, in modi diversi, si implori la misericordia e la provvidenza di Dio perché venga in soccorso a quelle popolazioni e doni loro consolazione, sicurezza e speranza”. Il porporato fa riferimento anche alla testimonianza di fede di San Costanzo, patrono di Perugia che si celebra domenica.

Categories
News

RELATED BY