Calcio. Il 2016 è finito: i voti delle romane sono ampiamente sufficienti

Roma da 7 in pagella, mentre la Lazio si aggiudica un 7+

É stato un 2016 di entrate e uscite: c’è chi ha salutato e chi è stato il benevenuto. Nella Capitale la maggica coclude un anno che ha visto il ritorno di Spalletti e la permanenza di Totti come Capitano; la Lazio ha detto addio a Klose, ma ha abbracciato Immobile. A volte ritornano: il 14 gennaio l’As Roma annuncia ufficialmente che Luciano Spalletti è il nuovo allenatore della squadra. Nella stagione scorsa la Roma termina il Campionato al 3° posto dopo un girone di ritorno da vera big, qualificandosi ai preliminari di Champions. 7 giugno, una data importante: Francesco Totti firma il rinnovo per un altro anno, giocherà la sua 25^ stagione con la Maggica. In estate tanti cambi nelle fila giallorosse: tra i grandi nomi arrivano Fazio, Vermaelen, Bruno Peres e Mario Rui: è una rivoluzione in difesa. Ai saluti Pjanic, Iago e Castan, tutti finiti a Torino anche se su sponde diverse. Il 23 agosto la Roma perde una grande occasione, dopo l’1-1 dell’andata, esce sconfitta 3-0 all’Olimpico contro il Porto: è addio Champions. Da li ripartiranno gli uomini di Spalletti, che oggi sono la vera anti-Juve, e chiudono il 2016 al 2° posto e guadagnandosi un bel 7 in pagella. Anno differente per la Lazio. Non parte benissimo il 2016 per i biancocelesti che nei primi mesi dell’anno conquistano solamente 19 punti su 42. Il 3 aprile dopo la sconfitta per 4-1 nel derby a rimetterci è l’allenatore Pioli. Il nuovo mister è il promosso dalla Primavera Simone Inzaghi. Il 15 maggio è l’ultima partita in biancocelste del panzer Klose: dopo 5 stagioni, l’attaccante tedesco saluta la Capiale. In estate sono due i dilemmi che affliggono società e tifosi: cercasi allenatore e nuovo bomber. Dopo l’addio per 22 milioni all’Inter finisce anche l’avventura a Roma di Antonio Candreva, ma la società reinveste: prendendo Bastos, Wallace Lukaku e un attaccante che la Serie A conosce molto bene: Ciro Immobile. L’enigma allenatore dura fino al 6 luglio: el Loco Bielsa è il nuovo mister. Peccato che stavolta il tecnico argentino fa il loco per davvero, firma e dopo due giorni lascia la panchina. Lotito richiama quindi Inzaghi, e si rivelerà poi la scelta migliore. Il bomber è italiano e ha gia messo a segno 9 gol, Immobile è stato l’acquisto rivelazione degli aquilotti. Dopo i dubbi di inizio stagione, invece Simone Inzaghi è 4° conquistandosi la fiducia di tutti. Il voto per il 2016 biancocelste è 7 con un più di incoraggiamento

Categories
Servizi

RELATED BY