Roma. Arrestato rapinatore dopo che aveva messo a segno 5 colpi nell’ultimo mese

L'uomo è stato identificato dai Carabinieri grazie a un tatuaggio sulla mano

Un tatuaggio è stato fatale. Catturato un malvivente incastrato proprio da un tatuaggio che avava sulla mano. Si tratta di un 23enne romano, appartenente alla nota famiglia dei Bevilaqua, e già conoscito alle forze dell’ordine per diversi crimini commessi in passato. Nell’ultimo mese il delinquente è stato molto attivo, compiendo ben 5 diverse rapine nella zona di Cinecittà. Il ragazzo ha colpito 2 farmacie, una il 3 ottobre e l’altra il giorno seguente. Poi il 22 ottobre è stata la volta di un supermercato, e infine il 25 del mese scorso è stato rapinato prima un altro supermercato e poi nuovamente un’altra farmacia. Quando il criminale agiva, aveva sempre la stessa attrezzatura: motorino, casco, passamontagna per coprire il viso e un paio di guanti per coprire le mani. Quasi sempre i guanti, tranne nell’ultima rapina messa a segno, dimostratasi poi fatale per la sua cattura. Nell’ultimo colpo, il malvivente ha agito a mani scoperte, e grazie alle telecamere di sorvglianza i Carabinieri sono riusciti a identificarlo. Gli agenti l’hanno cercato nei luoghi che solitamente frequentava fino a quando è stato “sorpreso” mentre si aggirava nel quartiere Don Bosco. Il 23enne è stato poi arrestato in un B&B nel quale alloggiava sotto falso nome, e nella camera della struttura è stata rinvenuta una pistola calibro 7,65. Successivamente le forze dell’ordine hanno trovato anche il mezzo usato per mettere in atto le rapine, si tratta di uno scooter nero rubato, al cui interno sono stati ritrovati il passamontagna, due caschi e quel paio di guanti

Categories
News

RELATED BY