Roma e Sabatini più distanti, la Lazio lavora sui rinnovi

Le due squadre capitoline approfittano della sosta per definire le strategie future

Un legame pronto a spezzarsi. Che la Roma e Walter Sabatini siano vicini ai saluti non è una novità. L’attuale direttore sportivo dei giallorossi è stato più volte ad un passo dall’addio. Ormai è però sicura la sua partenza. Il prossimo 30 giugno scadrà il contratto, così Sabatini prepara le valigie con l’obiettivo di lasciare un buon ricordo in occasione del mercato di gennaio, quando la Roma avrà bisogno di rifarsi il look tra innesti in difesa e a centrocampo.

La dirigenza giallorossa sta cambiando pelle. Dopo Umberto Gandini sarà la volta di un’altra figura fondamentale. I nomi sul taccuino sono tanti e della faccenda si starebbe occupando Franco Baldini, richiamato in veste di consigliere di James Pallotta.

La Roma guarda comunque al futuro più immediato. Che si chiama Napoli. Il prossimo 15 ottobre, al San Paolo, la difesa sarà sguarnita. Non ci sarà Antonio Rüdiger, anche se il tedesco sta accelerando e il suo recupero verrà ottimizzato grazie al lavoro con la primavera.

Chi sta cercando di rimettersi dopo un infortunio è anche Dusan Basta. Il terzino laziale lavora a Formello e conta di essere disponibile già a partire dalla sfida contro il Bologna. I felsinei appaiono abbordabili e la squadra di Simone Inzaghi potrebbe approfittare del fattore Olimpico per allungare la striscia di risultati utili consecutivi.

Il club biancoceleste deve però cominciare a sistemare i contratti di alcuni big. All’ordine del giorno c’è la posizione di Stefan De Vrij: la Lazio proporrebbe 2 milioni per cinque anni, l’olandese sarebbe orientato su un triennale. Tutto in standby riguardo Lucas Biglia. L’offerta è immutata: 2,5 milioni più 500mila di bonus. E poi c’è Keita: il suo procuratore punta sulla rescissione del contratto. Lotito preme per un rinnovo sul milione e mezzo a stagione con la promessa di un trasferimento già a gennaio sulla base di 25 milioni.

Categories
Servizi

RELATED BY