Nuove nomine in Campidoglio. La Raggi: “Noi più forti di prima”

di Cristina Autore

Tutt’altro che una domenica di riposo quella di Virginia Raggi, alle prese con le tante questioni che in questi primi giorni di Settembre hanno afflitto il Campidoglio. I dossier di Roma Capitale sono sul tavolo della neonata giunta accanto ai curricola degli aspiranti sostituti. Cinque le dimissioni arrivate nel “cerchio magico” pentastellato, che hanno messo in crisi l’avvocatessa.

Ma “The show must go on” come si suol dire in questi casi, ed ecco che la Raggi ha reso pubblico il nome del nuovo assessore al Bilancio. E’ Raffaele De Dominicis, ex procuratore generale della Corte dei Conti del Lazio, che sostituirà il dimissionario Marcello Minenna che ha lasciato a sorpresa l’incarico dopo la relazione dell’Anac sulla nomina del capo di gabinetto, Carla Raineri, anche lei fatta fuori dalla giunta. “Da Grillo ho avuto un sms di sostegno” – ha detto la Raggi,  ammettendo: “Ci sono stati degli errori, ma ora siamo più forti di prima”.

Ma Per una casella riempita, tante altre restano ancora scoperte. Come la delicata delega per le partecipate. “Abbiamo tre nomi sul tavolo, ma non abbiamo ancora scelto” – ha dichiarato la Raggi, apparendo ormai spaventata dalle sue stesse decisioni. Il timore più grande sarebbe l’ennesimo rifiuto da parte del direttorio romano del M5S che, per accordi interni, ha la facoltà di bocciare le nomine della giovane sindaca. Altro nodo da sciogliere, gli esiti dell’Autorità Nazionale Anticorruzione sugli altri membri eletti dalla Raggi. “C’è chi teme che M5S possa fare bene a Roma per poi andare al governo in Italia – ha dichiarato la grillina in un’intervista rilasciata al Corriere -. Hanno paura di noi” – ha ripetuto il sindaco di Roma.

Categories
News

RELATED BY