Settimana di scioperi nella capitale. Si inizia con Atac, seguono Ama ed Enav

Polemiche per lo stop dei mezzi pubblici in concomitanza con la partita Italia-Belgio

Alcuni ironizzando l’hanno definita una “Straordinaria coincidenza”. In molti non hanno potuto fare a meno di notare che lo sciopero di 4 ore, dalle 20.30 alle 00.30, dei dipendenti Atac coincida con la partita degli europei di calcio Italia-Belgio. Uno sciopero strategico secondo alcuni, che permetterà agli autisti dei mezzi pubblici di guardare l’esordio degli azzurri in televisione. “Voci in malafede” è la risposta del segretario nazionale degli autoferrotranvieri Ugl Fabio Milloch, che ha spiegato di aver scelto al contrario quel giorno e quell’orario proprio per non creare troppi disagi ai passeggeri. Come specifica il sito dell’Atac, lo sciopero riguarderà l’intera rete: bus diurni e notturni, filobus, tram, metropolitane, ferrovie regionali Termini-Centocelle, Roma-Civitacastellana Viterbo e Roma-Lido. Il motivo è la mancanza di sicurezza dei mezzi pubblici, e con aria condizionata assente e finestrini che non si aprono, aumenta anche il rischio per i passeggeri di sentirsi male con la stagione estiva. Sempre Ugl ha proclamato uno sciopero di 24 ore del personale aeroportuale dello scalo di Ciampino per venerdì 17 giugno, cui si aggiunge la protesta nazionale di Cgil, Cisl, Uil, Fata Cisal, Licta e Unica. Mercoledì 15 invece tocca all’Ama: stop alla raccolta dei rifiuti per tutto il giorno. Per Roma si preannuncia una difficile settimana.

Categories
Servizi

RELATED BY