CENTRO BAOBAB. VENERDì PREVISTO UN TAVOLO CON REGIONE E PREFETTURA PER NUOVA SOLUZIONE

Lo sgombero annunciato nei giorni scorsi per ora è stato scongiurato

Non si placano le polemiche sulla tendopoli gesitita dai volontari del centro Baobab. Le forze dell’ordine intervenute qualche giorno fa per controlli e per bonificare l’area, hanno riacceso i riflettori sulla difficile situazione vissuta non solo dai migranti, costretti a dormire in strada in pessime condizioni igienico-sanitarie, ma anche per i residenti esaperati da una situazione che va avanti ormai da anni. Per ora lo sgombero annunciato nei giorni scorsi è stato scongiurato grazie all’intervento dell’ex candidato sindaco Stefano Fassina che ha proposto un tavolo con Regione e Prefettura. Si parla intanto di una nuova area dove trasferire gli immigrati, ovvero l’ex istituto ittiogenico, uno stabile in via Tiburtina che fu proposto già ad aprile proprio dalla Regione Lazio che ne detiene la proprietà. I volontari però non sarebbero convinti della proposta avanzata e ricordano le parole del commissario Francesco Paolo Tronca quando a dicembre aveva dichiarato di voler “Portare avanti l’opera di ascolto e dialogo affinché a ogni ospite” fosse “offerta l’opportunità di una dignitosa soluzione alloggiativa”. Ma quali siano queste soluzioni non è ancora chiaro. Sul caso è intervenuto anche il coordinatore generale dei Medici per i Diritti Umani: “Non c’è nessun grave allarme sanitario che giustifica uno sgombero immediato” ha dichiarato e poi ha aggiunto “sgomberando e facendo sì che i migranti si sparpaglino per la città, dormendo in strada, si aggraverà ogni eventuale problema sanitario”.

Categories
News

RELATED BY