La Polizia di Roma ha arrestato un tunisino sorpreso a nascondere la droga dentro un albero

Nel quartiere Aurelio, grazie alle telecamere nascoste gli agendi sono riusciti ad incastrare lo spacciatore

Siamo a Roma, quartiere Aurelio. Nei giorni scorsi gli agenti della Polizia di Stato avviano un’investigazione sullo spaccio di sostanze stupefacenti. I gendarmi monitorano gli istituti scolastici nei pressi di Circonvallazione Cornelia. Durante questi servizi si accorgono di un soggetto sospetto, straniero di un’età compresa tra i 40 e i 50 anni, dal quale si recano molti giovani. Si tratta di un tunisino di 47 anni, con vari precedenti per spaccio di droga. La squadra di Polizia del commissariato Aurelio, diretto dal dr. Alfredo Matteucci, effettua spostamenti mirati, con l’ausilio di telecamere nascoste riuscendo a sorprendere il nord africano. L’uomo per non essere sospettabile nasconde le sostanze stupefacenti sopra ad un albero poco distante da dove torna ogni volta per prelevare il quantitativo da vendere agli acquirenti della zona. Le forze dell’ordine riescono grazie all’intervanto ad arrestare il delinquente colto mentre sta vendendo la merce. I poliziotti aspettano che il tunisino venga avvicinato da un compratore e una volta che si allontana per andare a prendere la droga sulla pianta, lo bloccano e lo mettono in arresto. All’uomo vengono trovati e sequestrati 25 grammi di hashish suddivisi in 8 stecche per una somma totale di quasi 500 euro dilazionati in banconote da 10 euro. Lo spacciatore dopo l’arresto è stato processato per direttissima e sottoposto all’obbligo di firma

Categories
News

RELATED BY