Il candidato sindaco Roberto Giachetti fa visita a Villa Maraini

Un'occasione per parlare anche della proposta avanzata in parlamento sulla legalizzazione delle droghe leggere

“Se diventerò sindaco non me ne dimenticherò”. Roberto Giachetti non ha mai fatto promesse in questa campagna elettorale non ama farne,ma a Villa Maraini ha preso un forte impegno. La fondazione nata nel 1976 nell’ambito della Croce Rossa italiana offre servizi per la cura e la riabilitazione delle tossicodipendenze. Che Giachetti non debba dimenticarsi di ciò che ha visto e sentito all’interno della struttura lo sperano sopratutto gli 80 operatori i 30 volontari, e tutta l’amministrazione e i pazienti che vivono e lavorano ogni giorno a Villa Maraini affinché il posto resti attivo . “Il taglio di fondi che la struttura ha subito con la giunta Alemanno è irragionevole vista anche la situazione di fragilità che Roma vive dal punto di vista delle tossicodipendenze” così ha commentato il candidato sindaco. E quale luogo se non Villa Maraini offre l’occasione per discutere della proposta avanzata in parlamento sulla legalizzazione delle droghe leggere. Il fenomeno della droga c’è e bisogna regolarlo conclude Giachetti in risposta anche alle dichiarazioni proibizioniste rilasciate da Alfio Marchini

Categories
Servizi

RELATED BY