Roma, clonavano carte di credito nei ristoranti e ai bancomat: 16 arresti

Clonavano i bancomat dei clienti dei ristoranti con la complicità di camerieri infedeli: così una banda di romeni in collaborazione con complici italiani truffava gli avventori di numerosi locali...

Clonavano i bancomat dei clienti dei ristoranti con la complicità di camerieri infedeli: così una banda di romeni in collaborazione con complici italiani truffava gli avventori di numerosi locali disseminati in Italia e non solo. L’organizzazione è stata scoperta dai carabinieri del comando provinciale di Roma in collaborazione con gli agenti dell’Europol. 16 i soggetti coinvolti, membri di una vera e propria associazione per delinquere, a carattere transnazionale. 7 in carcere, 3 ai domiciliari e 6 sottoposti all’obbligo di firma. A finire nel mirino della banda sono stati soprattutto turisti statunitensi in vacanza nella capitale. Le indagini dei Carabinieri della stazione di San Lorenzo in Lucina sono durate due anni e sono partite dall’ arresto di un cittadino romeno sorpreso mentre installava un dispositivo elettronico per copiare le carte di credito ad un bancomat del centro storico. Oltre alla clonazione delle carte di credito, un ramo del gruppo gestiva una lucrosa attività di furto e riciclaggio di auto di lusso, che venivano ricollocate sul mercato europeo con falsi documenti di immatricolazione. Coinvolta non solo l’Italia. Piazze di intervento dei criminali, erano diventate anche la Romania, l’Inghilterra, l’Irlanda, la Germania e la Danimarca.

Categories
News

RELATED BY