Calcio, Lazio-Roma: verso un derby surreale in uno stadio semi vuoto

Un derby senza l’anima. Quello con meno spettatori di sempre. Quello che vale sì per la gloria cittadina ma che non ha lo stesso fascino se giocato in un...

Un derby senza l’anima. Quello con meno spettatori di sempre. Quello che vale sì per la gloria cittadina ma che non ha lo stesso fascino se giocato in un Olimpico semi vuoto. Perché l’amore, il sostegno, i colori delle Curve sono l’essenza di una stracittadina da sempre destinata a regalare emozioni. Così a pochi giorni dal fischio d’inizio di Lazio Roma si contano al momento poco più di 20 mila spettatori. Cifra che include anche gli abbonati. Cifra da Flaminio per intenderci. Per rintracciare numeri simili bisogna andare alla stagione 1989/1990 quando si registrò la presenza di 22.400 spettatori. Il rischio concreto è di fare addirittura peggio del derby d’andata quando allo stadio si contarono circa 28mila tifosi. L’ennesimo schiaffo ad un calcio che continua inesorabilmente a perdere credibilità. Anche di fronte ai supporters più fedeli e appassionati. Il divano di casa come la tribuna più comoda da scegliere. O quasi. La Curva Sud annuncia in un comunicato che l’appuntamento per domenica è alle 13.30 davanti al vecchio Campo Testaccio. Da lì il trasferimento a piedi nella struttura scelta per vedere la partita. Il gruppo Irriducibili della Curva Nord si organizzerà in maniera simile accontentandosi di guardare l’incontro davanti a un maxi schermo. Mentre allo stadio andrà in onda uno spettacolo desolante per i presenti. Sperando che almeno sul campo le squadre sappiano divertire ed emozionare.

Categories
News

RELATED BY